logo

UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI PARMA

Le Eli-Che

Servizio per studenti e studentesse disabili e fasce deboli

Servizio per studenti e studentesse con D.S.A.

Servizio per studenti e studentesse con B.E.S.


Studiare/Viaggiare
Convenzione sui Diritti delle Persone con Disabilità, New York 6/12/2006, art. 24/1-c. Ratificata dal Governo Italiano con la Legge n. 18 del 3 marzo 2009


chi vuole partire

Ogni anno il M.I.U.R. verso il mese di giugno pubblica un Bando Erasmus dedicato a studentesse e studenti con disabilità. I responsabili dell’ufficio accertano l’assenza di barriere nella città europea scelta e contattano l’ ufficio referente a Roma a cui comunicare la tipologia della disabilità, la necessità di un tutor e di strumenti e sussidi adatti alla persona disabile. E' previsto anche un maggior finanziamento relativo alle singole esigenze. Altre opportunità di viaggiare per studio sia all'interno della Comunità Europea che in altri Stati sono date da bandi del Ministero degli Esteri

chi è partito

Uno studente sordo e il suo tutor hanno fatto l'esperienza Erasmus in Spagna, Ivan in Scozia, altri in Europa, una studentessa cieca desiderava fare un aesperienza all’estero: attraverso un banale telefono e una intelligente funzionaria del Ministero degli Esteri le abbiamo proposto uno stage di 3 mesi niente di meno che a Wellington all'Ambasciata Italiana in Nuova Zelanda. Quando è tornata entusiasta si è laureata, ha imparato a sciare e oggi cavalca... e ci ha voluto presentare il suo cane guida. Nel 2011 sono partiti  4 studenti con invalidità superiore al 66% accompagnati dai tutor: 2 in Spagna, 1 in Svezia e 1 in Belgio. Nel 2012  erano 4 e al momento 1 è ancora all’estero

chi è arrivato o sta per arrivare

C'è anche chi viene da noi: una studentessa con disabilità motoria ha trascorso 6 mesi nella nostra Università provenendo da Boston. E' stata l'occasione per attrezzarci con uno scooter elettrico che le abbiamo messo a disposizione e per dotarci anche di una carrozzella pieghevole per permetterle di partecipare a visite guidate nel nostro Museo di Storia Naturale. Per ringraziarci della nostra cura ci ha tradotto in inglese il nostro opuscolo informativo, l'Abbecedario. Nel 2013 abbiamo avuto ospite una ragazza americana disabile che ha fatto con noi 60 ore di stage e a cui abbiamo affiancato un tutor/interprete

chi partirà

Non è facile convincere i ragazzi con disabilità a partire seppure con tutta la cautela possibile, rimane in loro il timore di aumentare il proprio disagio, ha un peso maggiore per loro l’ansia di un percorso sconosciuto, non è facile ma abbiamo fiducia di convincerli, se non ne sono ancora convinti 



Torna su